Home / Alimentazione / Nella Torino della Appendino: I Nigeriani vendono in piazza topi allo spiedo

Nella Torino della Appendino: I Nigeriani vendono in piazza topi allo spiedo

Va fiera della sua Torino, la sindaca grillina Chiara Appendino, dopo aver riconosciuto il bambino figlio di due madri. Chissà se va fiera anche della perfetta integrazione della comunità nigeriana, che al mercato di Porta Palazzo, ha costituito un vero e proprio emporio di “leccornie” alimentari. Spiedini di topo e nutrie arrosto, vere e proprie prelibatezze della cucina etnica. A venderli, ad una clientela di migranti africani, erano alcuni uomini e donne nigeriani che riuscivano a catturare le nutrie nelle vicine rive del Po, assieme a pesci pescati nel fiune. Per quanto riguarda i topi, la caccia era molto più facile, dato il degrado e la sporcizia di alcuni quartieri torinesi. Gli spiedini, invece, erano già cotti e riposti all’interno di alcuni scatoloni. Gli arrosticini di ratto erano venduti a prezzi accessibili, anche più economici del classico street-food.

I nigeriani se la sono cavata con una multa

A scoprirlo la polizia locale, che ha sequestrato al gruppo di nigeriani la mercanzia. I nigeriani se la sono cavata con una multa per la vendita non autorizzata delle nutrie, dei topi e dei pesci e sono stati denunciati per il pessimo stato di conservazione dei cibi. Improbabile che paghino le multe, visto che essendo nullatenenti non hanno nulla da perdere. Ovvio pensare che anche la denuncia finisca in un nulla di fatto. Con piena libertà di continuare le grigliate miste di topi e nutrie. In perfetta coerenza con la desolazione e l’abbandono della Torino di Appendino.

Fonte (qui)

Check Also

Trapani, Catturato il boss Matteo Messina Denaro

Ricercato da più di 20 anni, stanato in un bunker sotterraneo a Trapani. Nel covo …

Lascia un commento